PASTE DI CREMA BRUCIATA

PASTE DI CREMA BRUCIATA

un dolce squisito da provare subito! More »

FOCACCINE FRITTE AL LARDO PROFUMATO

FOCACCINE FRITTE AL LARDO PROFUMATO

Fantastica idea per un antipasto o un aperitivo! More »

 

FRITTELLE CON ALICI E OLIVE NERE

Ero a Los Angeles dal mio fidanzato che adorava le alici. Ormai le aveva assaggiate in tutti i modi e non sapevo più come farle.
Così mi risolsi a chiamare zia Giannina. Ovvero, la cosa richiese almeno un paio di giorni di organizzazione per trovare l’orario
giusto e attrezzarla con Skype ma alla fine ce la feci.
“Possibile che neanche lì puoi fare a meno di me?” mi chiese divertita.
“Pare proprio di sì!” le risposi e poi le chiesi cosa potevo inventarmi con le alici. Volevo qualcosa di non così banale come metterle
sulla pizza o arrotolarle intorno a un cappero, che erano, tristemente, il mio cavallo di battaglia. Per fortuna zia Giannina aveva
pronta la soluzione per me e grazie a lei e a Skype ebbi un successone con Tom e i suoi amici. Preparai le frittelle di alici e olive nere
per il piccolo cocktail party del sabato seguente e bissai anche la settimana dopo a grande richiesta!

DIFFICOLTA’: ***
PREPARAZIONE: 1 ora
COTTURA: 15 min

INGREDIENTI
PER LA PASTELLA
200 ml di acqua naturale
100 ml di acqua frizzante
6 gr di lievito di birra
250 gr di farina tipo 00
1 pizzico di sale fino
1 pizzico di pepe macinato
PER IL CONDIMENTO
15 filetti di alici sott’olio
15 olive nere denocciolate
Prezzemolo tritato
1 spicchio di aglio
Olio extravergine di oliva o di semi per friggere
PASTELLA

Impastare in una ciotola l’acqua, il lievito, il sale, il pepe e la farina e mescolare con una frusta o una forchetta per rendere omogeneo l’impasto.
Lasciare riposare per un’ora al coperto
FRITTELLE

Tagliare a pezzetti gli alici e le olive nere
Scottare in una padella con olio extravergine di oliva e aglio (max 1 minuto) e lascar scolare e raffreddare
Aggiungere il condimento al composto e mescolare inglobando le alici e li olive nell’impasto
Aggiungere in una padella olio evo o di semi a fuoco medio
Aggiungere con un cucchiaio da thè la pastella all’olio caldo creando appunto delle bombette
Cuocerle dai diversi lati girandole spesso
Scolare in un contenitore con tovaglioli assorbenti
Servire con insalata e salsa alle acciughe (a piacere)

 

…E BON APPETIT!

PESCE SPADA ALL’ANANAS

Un’altra interessante variante del pesce spada proposta da zia Giannina è questa ricetta che lo abbina all’ananas.
Sulle prime ero molto dubbiosa ma alla fine, appena lo portò in tavola rimasi stupita dall’abbinamento.
“E’ un po’ come tra te e zio Francesco! Non c’entrate niente l’uno con l’altra ma state insieme da così tanti anni!”
“Non fare l’impertinente” rispose zia Giannina con un sorrisetto che la diceva lunga. “Ti assicuro che vanno
molto più d’accordo il pesce spada e l’ananas di noi due!”. Non seppi come darle torto alla fine. Comunque è da provare!

DIFFICOLTA’:**
PREPARAZIONE: 15 min
COTTURA: 10 min

INGREDIENTI
400 g di pesce spada
2 cipolle rosse
100 g di ananas in scatola al naturale conservato in succo
2 cucchiai di ketchup
1 cucchiaio di olio di semi di mais
Sale
Pepe nero macinato al momento
100 ml di Brodo vegetale

PREPARAZIONE
Lavare i tranci di pesce spada, tamponarli con carta da cucina, eliminare la pelle e la lisca e tagliare la polpa così ricavata a cubetti di un paio di centimetri di lato.
Spellare le cipolle e tagliarle a spicchi di media grandezza Tagliare l’ananas a pezzetti.
Preparare una salsina mescolando il ketchup con un paio di cucchiai di succo di ananas.
Mettere nel wok l’olio, le cipolle e portarlo sul fuoco.
Rosolare le cipolle per un paio di minuti dal momento in cui cominciano a sfrigolare. Aggiungere un pizzico di sale, una macinata di pepe, un mestolo di brodo vegetale e cuocere per 5 minuti a fiamma media coperto.
Trascorso il tempo indicato scoperchiare, alzare la fiamma ed unire i cubetti di pesce spada.
Cuocere mescolando per 4-5 minuti, quindi unire i pezzetti di ananas e la salsina preparata. Continuare a cuocere mescolando finché tutti gli ingredienti si saranno ben amalgamati ed il fondo di cottura si sarà rappreso.
Servire immediatamente.

LA ZUPPA DI CIPOLLE

Si, è vero, la cucina francese è molto famosa anche se a mio modesto parere la cucina italiana è molto meglio, non fosse altro che per la varietà dei piatti che propone.
Comunque questo era l’oggetto del contendere tra me e zia Giannina. Io con capivo come mai potesse difendere a spada tratta i colori francesi. Mi sembrava un’assurdità totale
finchè un bel giorno non mi fece assaggiare qualcosa che mi tappò la bocca per sempre: la zuppa di cipolle… fatta come la fa lei naturalmente!

DIFFICOLTA’:**
PREPARAZIONE: 30 min
COTTURA: 40 min

INGREDIENTI
2 litri di brodo
Cipolle 500 gr
Burro 100 gr
Gruviera 200 gr
Pancarrè 200 gr
Vino bianco
Farina 20 gr
Parmigiano reggiano grattuggiato
Sale e pepe

Preparazione
Mettere in un grosso tegame un po’ di burro: farlo sciogliere e aggiungere le cipolle finemente affettate. Far soffriggere a fuoco basso. Versare quindi il vino, salare e pepare, aggiungere la farina e mescolare. Unire il brodo e cuocere per 20 minuti circa.
Nel frattempo, disporre su una pirofila il pancarré.
Depositare un po’ di gruviera tagliata a fettine sottili, parmigiano grattugiato e un fiocchetto di burro su ogni fetta e far gratinare in forno (a 180°C) per mezz’ora.
Una volta pronte le fettine, metterle a cuocere ancora per un paio di minuti con la zuppa e servire.

…E BON APPETIT!