PASTE DI CREMA BRUCIATA

PASTE DI CREMA BRUCIATA

un dolce squisito da provare subito! More »

FOCACCINE FRITTE AL LARDO PROFUMATO

FOCACCINE FRITTE AL LARDO PROFUMATO

Fantastica idea per un antipasto o un aperitivo! More »

 

LA ZUPPA DI CIPOLLE

Si, è vero, la cucina francese è molto famosa anche se a mio modesto parere la cucina italiana è molto meglio, non fosse altro che per la varietà dei piatti che propone.
Comunque questo era l’oggetto del contendere tra me e zia Giorgina. Io con capivo come mai potesse difendere a spada tratta i colori francesi. Mi sembrava un’assurdità totale finchè un bel giorno non mi fece assaggiare qualcosa che mi tappò la bocca per sempre: la zuppa di cipolle… fatta come la fa lei naturalmente!

DIFFICOLTA’:**
PREPARAZIONE: 30 min
COTTURA: 40 min

INGREDIENTI
2 litri di brodo
Cipolle 500 gr
Burro 100 gr
Gruviera 200 gr
Pancarrè 200 gr
Vino bianco
Farina 20 gr
Parmigiano reggiano grattuggiato
Sale e pepe

Preparazione
Mettere in un grosso tegame un po’ di burro: farlo sciogliere e aggiungere le cipolle finemente affettate. Far soffriggere a fuoco basso. Versare quindi il vino, salare e pepare, aggiungere la farina e mescolare. Unire il brodo e cuocere per 20 minuti circa.
Nel frattempo, disporre su una pirofila il pancarré.
Depositare un po’ di gruviera tagliata a fettine sottili, parmigiano grattugiato e un fiocchetto di burro su ogni fetta e far gratinare in forno (a 180°C) per mezz’ora.
Una volta pronte le fettine, metterle a cuocere ancora per un paio di minuti con la zuppa e servire.

…E BON APPETIT!

GAMBERONI AL LARDO DI COLONNATA

Questa volta zia Giorgina non c’entra. O meglio, c’entra perché mi ha dato la ricetta esatta del piatto, però i gamberoni ricoperti con il lardo di colonnata erano talmente buoni e golosi che ho provato a rifarli dopo averli mangiati al ristorante. Non lo faccio quasi mai e quando succede vuol dire che la ricetta merita! Non mi erano neanche venuti male ma zia Giorgina mi ha dato due o tre consigli per farli al meglio!

DIFFICOLTA’:**

PREPARAZIONE: 10 min

COTTURA: 5 min

INGREDIENTI

12 gamberi

12 fettine di lardo di Colonnata

1 bicchiere di vino bianco

1 spicchio d’aglio

1 pezzetto di peperoncino

curry in polvere.

PREPARAZIONE

Pulire i gamberi in acqua corrente.

Avvolgere ogni gambero in una fetta di lardo di Colonnata avendo cura di avvolgere al centro lasciando eventualmente scoperte la testa e la coda.

In una padella fare imbiondire l’aglio con peperoncino e deporci i gamberi mantenendo la fiamma alta.

Sfumare con il vino bianco e girarli immediatamente.

Cuocere appena il tempo necessario a caramellare gli zuccheri del lardo, quindi impiattare utilizzando il

fondo di cottura con una spolverata di curry a specchio per evidenziare la presentazione.

… E BON APPETIT!

ARAGOSTA ALLA CATALANA – ricetta tradizionale di Alghero

“Il pescatore amico di zio Francesco ci ha regalato queste due belle aragoste… io le farei per cena, che ne dici?”
mi chiese zia Giorgina mentre sollevava in aria un’aragosta viva che agitava le zampe. “Si!” esclamai d’impeto. Poi
pensai alle modalità della preparazione e rabbrividii. “Io però non assisterò! Non mi importa, l’aragosta alla Catalana
non sarà mai tra le mie specialità come cuoca!” dichiarai risolutamente.
“Chi non cucina non mangia” fu la secca risposta di zia Giorgina.
“Ma veramente… non posso… va contro i miei principi…” continuai sperando di convincerla. Ma non ci fu niante da fare,
per poter assaggiare quella delizia dovetti assistere mia zia, specialmente quando l’aragosta saltò fuori dalla pentola e
si mise a correre per tutta la casa. Ma questa è un’altra storia!

DIFFICOLTA’: ***
PREPARAZIONE: 1 ORA
COTTURA: dipende dalla grandezza dell’aragosta

1 kg di aragoste vive di Alghero
300 gr di cipolle
600 gr di pomodori
1/3 di lt. di olio extra vergine
succo di limoni
sale e pepe nero macinato

Affettare le cipolle e metterle in acqua per qualche ora. Tagliare i pomodori a spicchi.

Bollire l’aragosta e tagliarla a pezzi con un trinciapollo. La durata della cottura varia in proporzione al peso.

Sbattere con la frusta l’olio e il succo di limone e aggiungere sale e pepe nero macinato.

Mettere in una pirofila uno strato di pomodori con le cipolle e versare sopra parte dell’emulsione.

Adagiare i pezzi dell’aragosta sui pomodori e terminare con l’emulsione rimasta.

…E BON APPETIT!